Libri

Maurice Ravel

Maurice Ravel (Ciboure, Bassi Pirenei 1875 – Parigi 1937) frequentò il conservatorio di Parigi dove fu allievo, fra gli altri, di Gabriel Fauré. La sua produzione musicale è assai varia, disponibile a diverse mediazioni culturali o intellettuali. Le contraddizioni e le crisi del suo tempo sono avvertibili nelle sue opere solo al di sotto di una impenetrabile perfezione, di una lucida e lineare chiarezza. Tra le sue composizioni ricordiamo le 2 opere teatrali “L’heure espagnole” (Parigi 1911) e “L’enfant et les sortilèges” (Montecarlo 1925); i balletti “Ma mère l’Oye” (da pezzi per piano a 4 mani, 1908-12), “Daphnis et Chloé” (per Sergej Djagilev), “La valse” (1920) e il celebre “Bolero” (1920); per orchestra: “Rhapsodie espagnole” (1907), 2 concerti per pianoforte e orchestra; il “Quartetto” (1902-03), il “Trio per archi” (1914), la “Sonata per violino e violoncello” (1920-22) e la “Sonata per violino e pianoforte” (1923-26); le composizioni pianistiche, tra cui “Sonatina” (1905) e “Miroirs” (1905); le liriche per canto e pianoforte o altri strumenti.

Ordina per:
Ordina per: