Album letterario

o Lo scrigno del giovane Kreisler

Album letterario
  • AutoreJohannes Brahms
  • Collana Improvvisi | Musica
  • ISBN 978-88-6040-181-6
  • Pagine 248
  • Data uscita 22-11-2007
  • Prezzo 16.00€
  • Disponibilità Disponibile

Lettore appassionato e vorace, Johannes Brahms cominciò nel 1853 a trascrivere su robusti quaderni foderati di lino i passaggi più interessanti o toccanti dei libri che acquistava o si faceva imprestare. Sulla copertina del primo, annotò a grandi lettere Lo scrigno del giovane Kreisler, titolo che rimanda a Johannes Kreisler, il celeberrimo musicista al limite tra genio e follia scaturito dalla penna di E.T.A. Hoffmann, con il quale Brahms si identificò con entusiasmo in gioventù al punto da trasformarlo nel proprio alter ego romantico, impulsivo e tormentato. Pubblicati in Germania nel 1909 dal musicologo Carl Krebs, tali quaderni appaiono oggi per la prima volta in un'edizione italiana, a cura di Artemio Focher, che integra e rettifica in più punti la versione originaletedesca, ed è arricchita da un'introduzione aggiornata ai più recenti studi musicologici brahmsiani. Scorrerne le pagine consente di compiere un viaggio nel cuore della sensibilità dell'epoca: Jean Paul e Novalis, Goethe e Schiller, Eichendorff e Tieck, Herder, Lessing, Wackenroder, Grillparzer, Grabbe, Rückert, Shakespeare e Swift, Dante e Tasso sono solo alcuni degli oltre 120 autori che vi compaiono. Ma accanto a un interesse di carattere generale, queste annotazioni poetiche e filosofiche, talvolta citate a memoria e spesso modificate da Brahms, offrono al lettore la possibilità di entrare nel laboratorio creativo e psicologico più profondo di una personalità per altri versi fortemente enigmatica; un laboratorio in cui la poesia e la grande letteratura si fondono con pulsioni poetiche personali e intime, per dare vita a uno dei momenti più alti della storia musicale moderna.

Artemio Focher (1960) è docente di Lingua e Letteratura tedesca presso la Facoltà di Musicologia dell'Università di Pavia. Si è occupato di memorialistica beethoveniana, curando le edizioni italiane dei ricordi di von Breuning (Milano 1990), Wegeler e Ries (Bergamo 1993) e Grillparzer (Milano 1995), e realizzando un volume sulla morte del compositore (Ludwig van Beethoven: 26-29 marzo 1827, Lucca 2001). Ha tra l'altro curato l'edizione italiana del carteggio Mahler/Strauss (Milano 1991) e il volume Sotto il tiglio accordai il violino. Violino e violinisti nella letteratura tedesca (Cremona 2004).