Amali e l’Albero

Amali e l’Albero

In collaborazione con Amnesty International Italia

Un libro illustrato poetico, forte e gioioso per raccontare le paure e poi la felicità di una bambina che, arrivata da un paese lontano, trova nella terra in cui è approdata nuovi amici, profumi, sapori. Amali vede dalla finestra della sua cameretta l’albero, quell’albero che vaga per il paese e intimorisce gli abitanti. Esce di casa, gli si avvicina, gli parla, e scopre che l’albero è solo triste perché ha perso le radici e non sa più qual è il suo posto. Amali ricorda allora il viaggio che l’ha portata, come l’albero, lontana da casa. Le torna alla mente il sole caldo della sua terra, ma anche la paura che a volte l’assaliva. Ma ora non ha più paura, ha scoperto cose nuove nel suo nuovo paese, e degli amici. Il mattino dopo, al risveglio si affaccia alla finestra e non vede l’albero, ma un ramo frondoso pieno di foglie e fiori poggiato sul davanzale. Fiori dal profumo dolce di cacao, fiori dal profumo salato delle gocce del mare che ha attraversato”.

DA 5 anni

Articoli correlati:

  • Una bambina, un albero e le loro radici

    Una grande storia di sensibilità e poesia, in cui il pregiudizio viene sconfitto dall’amicizia: la difficoltà della condizione di migrante, del sentirsi smarriti e rifiutati. E la bellezza di una mano tesa, di un sorriso sincero e di una vicinanza che aiuta. In collaborazione con Amnesty International Italia.     AMALI E L’ALBERO di Chiara [...]