Il peso della libertà. L’Europa dell’Est dal 1989

Il peso della libertà. L’Europa dell’Est dal 1989
  • AutorePadraic Kenney
  • Collana Storia globale del presente | Varia
  • ISBN 978-88-6040-345-2
  • Pagine 248
  • Data uscita 26-06-2008
  • Prezzo 18.00€
  • Disponibilità Disponibile

STORIA GLOBALE DEL PRESENTE è una collana di volumi nei quali si delinea con chiarezza e precisione la storia politica, sociale ed economica di alcune delle più importanti regioni del mondo a partire dal 1989 - anno della caduta del Muro di Berlino e simbolica apertura di una nuova fase della storia contemporanea. Insieme, come in un mosaico, mirano a formare il ritratto complessivo di quanto sta accadendo su scala globale nella complessa fase storica che stiamo vivendo. I testi sono impostati come delle occasioni per avviare una discussione sulla storia recente, più che come calendari di avvenimenti, e mirano a offrire delle importanti risorse per comprendere e approfondire i maggiori temi d'attualità attraverso un linguaggio chiaro e accessibile.

Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Ungheria, Romania, Bulgaria, Slovenia, Serbia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Macedonia, Albania.
Poche regioni del mondo sono state colpite dalla caduta del muro di Berlino e dalla disgregazione dell'Unione Sovietica quanto i paesi di quell'ampia fascia geografica, estesa dal Baltico ai Balcani, che si indica con la controversa espressione "Europa dell'Est". Oggi essi fanno quasi tutti parte dell'Unione Europea o stanno per entrarvi, ma nel corso dell'ultimo ventennio hanno dovuto affrontare delle prove durissime per avviare le necessarie riforme economiche, politiche e sociali. In questo libro si esamina la loro storia recente, concentrando l'attenzione su alcuni temi-cardine che rivelano le differenze e le affinità fra i diversi paesi, come la consistenza della società civile, il peso delle riforme, il ruolo del nazionalismo, il rapporto con il passato, quello con l'UE e la NATO, la tragedia della "pulizia etnica", la piaga dell'emigrazione. Una storia ricca di figure politicamente determinanti nel bene o nel male, da Wae¸sa a Havel, da Ceaus¸escu a Milos?evic´, di passaggi violenti e drammatici come le guerre dell'ex-Iugoslavia, e di pagine che hanno radicalmente modificato il modo che oggi abbiamo di pensare l'Europa.

Articoli correlati:

  • L’Est europeo dopo il Muro

    1989: cade il muro di Berlino. Due anni dopo, sarà la volta dell’Unione Sovietica. A partire dalla disgregazione dell’impero comunista, inizia il duro e impegnativo cammino delle ex repubbliche socialiste verso la libertà e la democrazia. Abbiamo rivolto a Padraic Kenney, docente di Storia all’Indiana University e autore del volume Il peso della libertà. L’Europa dell’Est del 1989, alcune [...]