Otto brevi lezioni per capire la cucina italiana

Otto brevi lezioni per capire la cucina italiana
  • AutoreStefano Cavallito
  • Collana Food | Varia Food
  • ISBN 978-88-5924-804-0
  • Pagine 152
  • Data uscita 14-06-2018
  • Prezzo 12.00€
  • Disponibilità Disponibile

Nozioni teoriche per amplificare il gusto: perché il bello della cucina è che colpisce diretta, senza bisogno di conoscenza o di mediazioni culturali, il sapore senza il sapere. Il piatto del grande cuoco e il boccone della nonna si percepiscono nella bocca, nella pancia, nel cuore, senza che il cervello abbia bisogno di attivarsi. Si sta inermi e sospesi, accoccolati ad ascoltare il sugo.
Otto capitoli per scoprire da dove veniamo e dove stiamo andando quando ci sediamo a tavola: dal pane e salame ad Artusi, da Bottura alle penne alla vodka, dalla nouvelle cuisine ai piatti della nonna. Un piccolo viaggio attraverso lo stivale e fuori dai suoi confini per scoprire che non siamo maestri del gusto per elezione di patria, ma che abbiamo una lunga tradizione che si è scolpita nella biodiversità alimentare.

Articoli correlati:

  • E se parlassimo di cucina italiana?

    «Ma come succede per tante altre cose del mondo, ad esempio per l’arte, qualche nozione teorica può amplificare il gusto e rendere più interessanti e divertenti cene, pranzi e conversazioni. Persino trasmissioni televisive in cui si sentono sfrigolii, rumori, vociare e nemmeno un profumo. In questo libro ci sono alcune di quelle nozioni, sono briciole [...]

  • Un estratto

    Anche se mi è recentemente capitato di assaggiare un ottimo piatto di spaghetti con liquamen (cioè il liquido che deriva dalla preparazione del garum, salsa di interiora di pesce e pesce salato) presentato come ricetta iconica che unisce la tec- nica moderna alle ricette d’epoca romana, quasi tutti gli storici della gastronomia sono concordi nel [...]