Schubert

L'amico e il poeta nelle testimonianze dei suoi contemporanei

Schubert
  • Collana Improvvisi | Musica
  • ISBN 978-88-7063-432-7
  • Pagine 272
  • Data uscita 27-08-1999
  • Prezzo 21.00€
  • Disponibilità Temporaneamente non disponibile

"Era il 1814 quando un giorno, mano nella mano con un amico, Schubert entrò nella stanza che cinque anni più tardi avremmo occupato insieme. Si trovava nella Wipplingerstraße. Casa e stanza avevano accusato il peso del tempo: il soffitto era quasi crollato, la luce oscurata da un grande edificio che sorgeva di fronte, c'era un pianoforte troppo suonato e una biblioteca striminzita; l'ambiente era quello e il ricordo del luogo insieme con quello delle ore che vi ho trascorso non mi abbandonerà mai".
Chi parla è il poeta Johann Mayrhofer, fraterno amico di Schubert, suo compagno nell'arte e poeta di molti suoi Lieder. La sua testimonianza è una delle moltissime raccolte da Otto Erich Deutsch in un lavoro iniziato nel 1912 e terminato nel 1957. Si tratta dei ricordi degli amici di Schubert, i compagni di vita e di arte, l'anima di quelle serate definite "schubertiadi". La viva voce dei protagonisti ci restituisce la storia del grande mu-sicista rendendoci partecipi non solo di un'esi-stenza, ma della Vienna dei primi anni del-l'Ot-tocento nonché di un modo di concepire l'arte e la vita.