6 novembre 2017

Tito, il ballerino che si diede al rugby

evidenza_partita

Secco come un cracker, leggero come un moscerino, leggiadro come un ballerino: è Tito, il protagonista di Una partita in ballo. Ma il suo sogno è giocare a rugby: ce la farà? La storia che ha vinto il premio Narrare la Parità 2017.

 

 

 

 

UNA PARTITA IN BALLO
di Daniele Bergesio, illustrazioni di Francesco Fagnani

Il rugby, che sport meraviglioso! Mischie, mete, corse a perdifiato e quella palla strana che rimbalza in modo imprevedibile… Tito sogna di diventare un grande giocatore, ma ha un problema: gli manca il fisico, secco e leggerino com’è. E poi quello che sa fare meglio è ballare, gli riesce proprio naturale… ma non si è mai visto un giocatore di rugby che balla! Quando finalmente l’allenatore lo metterà in campo non sarà per nulla facile, povero Tito; ma ad un certo punto dagli altoparlanti dello stadio partirà un rock and roll, e i piedi decolleranno da soli…

Una partita in ballo è la storia che ha vinto il premio Narrare la Parità, organizzato dall’associazione Woman to Be: nella sua battaglia agli stereotipi di genere attraverso gli anni (è alla quarta edizione), è la prima volta che il racconto vincitore abbia per protagonista un bambino e un autore (nonché un illustratore) maschile. Il libro racconta con efficacia e leggerezza quanto ciò che possiamo e desideriamo fare non dipenda necessariamente da caratteristiche fisiche o attitudini prestabilite dal genere o dal costume. Ci racconta dell’importanza dei desideri, di come sia bello e giusto poter scegliere chi e cosa essere, fin da bambini. Parla di rugby e del senso del ballo, ma ovviamente non sono i protagonisti principali della storia.

Il dinoccolato Tito si muove tra il verde del campo da rugby e il viola dei sogni musicali dinoccolato e simpatico: le illustrazioni di Francesco Fagnani (Premio Andersen 2001) raccontano personaggi dalle espressioni irresistibili, scene di gioco esilaranti, e un protagonista dalle lentiggini e dagli occhioni che descrivono tutte le sue emozioni – entusiasmo, paura, soddisfazione…

Insomma, quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a ballare!

Alcune immagini

Una partita in ballo

 

 


Una partita in ballo

Una partita in ballo

Tito è secco come un cracker, leggero come un moscerino, agile come un grande ballerino… ma vorrebbe giocare a rugby. Quando l’allenatore lo manda in campo le cose non vanno per il meglio, finché non parte la musica: a quel punto, improvvisamente, cambierà tutto!

La storia che ha vinto il Premio Narrare la Parità 2017.