Libri

Glenn Gould

Glenn Gould (Toronto, 1932-1982) esordì al pianoforte a 14 anni e divenne celebre nel 1955 con un’incisione delle Variazioni Goldberg di Bach. Nei dieci anni successivi apparve nelle migliori sale da concerto americane e nel 1957 suonò anche in Europa, a Berlino con Karajan. Nel 1964 interruppe l’attività di concertista, limitandosi ai dischi e a sporadiche apparizioni televisive. Il suo repertorio fu sempre poco convenzionale, spaziando da Sweelinck a Händel e Beethoven, con incursioni nel repertorio del Novecento (Schönberg, Bartók, Skrjabin). Gould consegnò le sue riflessioni, spesso acute e profetiche, a saggi e articoli, spesso pubblicati in raccolte postume. In italiano, oltre a No, non sono un eccentrico, anche L’ala del turbine intelligente.

Ordina per:
Ordina per: