2 maggio 2016

Isola d’Elba. Taccuini di viaggio

elba

Spiagge incontaminate, squarci montuosi e antichi borghi, fauna avicola e incontri naturalistici sorprendenti: un modo nuovo di pensare e osservare un’isola fra le più amate dell’intero Mediterraneo.

Terza isola italiana per estensione e perla turistica e naturale dell’Arcipelago Toscano, l’Elba è caratterizzata da una vasta superficie (223 kmq) prevalentemente montuosa e collinare e una costa frastagliata da splendidi golfi e promontori. La sua varietà naturale e paesaggistica ha fatto sì che questo carnet, a differenza degli altri sei della collana, veda la collaborazione di tre diversi artisti, al lavoro su altrettanti versanti dell’ampio territorio isolano.

Il volume arricchisce la collana dedicata all’Arcipelago Toscano e arriva in libreria con i titoli dedicati a Giannutri, Gorgona e Montecristo.

 

Andrea Ambrogio ha disegnato il paesaggio e la natura della fascia centrale che si estende da Portoferraio al Monte Calamita, con la sua natura ricca e diversificata, le sue zone protette, Capoliveri e le vecchie miniere.

Federico Gemma si è occupato della parte occidentale, tra il Golfo di Procchio, Marciana Marina, il Monte Capanne e il vastissimo Parco Naturale.

Lorenzo Dotti, infine, ha disegnato e descritto la parte orientale, con Bagnaia, Cala Mandriola, la meravigliosa Rio Marina, il Castello del Volterraio e Porto Azzurro.

Federico Gemma - Isola d'Elba

Federico Gemma – Isola d’Elba

Isola d'Elba - Lorenzo Dotti

Lorenzo Dotti – Isola d’Elba

 

 

 

 

 

Isola d'Elba - Andrea Ambrogio

Andrea Ambrogio – Isola d’Elba

 

 

 

 

 

 

 

Le altre novità della collana

giannutri

Isola di Giannutri

Federico Gemma

La macchia mediterranea con specie rare e preziose, gli uccelli marini, i meravigliosi fondali, le vestigia di una villa e di un antico porto romano: la più meridionale delle isole toscane, con una superficie di soli 2,6 kmq concentrati in una sorta di altopiano calcareo a forma di mezzaluna. Una meta di straordinario interesse ambientale e storico.

> Scheda prodotto

gorgona

Isola di Gorgona 

Lorenzo Dotti

La più piccola e la più settentrionale delle Isole dell’Arcipelago. I boschi e la macchia lussureggianti, con quasi 500 specie di cui alcune esclusive, gli uccelli migratori che sostano lungo le rotte transcontinentali e i fondali ricchi di flora e fauna. Un territorio remoto e battuto dal vento dove prospera una natura selvaggia e incontaminata, capace non di rado di regalare incontri sorprendenti con delfini e tartarughe marine.

> Scheda prodotto

montecristo

Isola di Montecristo 

Andrea Ambrogio

I fondali incontaminati, la costa rocciosa con falesie a strapiombo e grotte marine, l’interno selvaggio dove prospera una macchia bassa di eriche, lentischi, rosmarini e cisti: un’isola disabitata e sottoposta a protezione integrale che è anche un prezioso angolo di paradiso, da conoscere e preservare con la massima attenzione.

> Scheda prodotto

 

Gli altri titoli della collana

giannutri

Isola del Giglio

Federico Gemma

La seconda in termini di grandezza e popolazione delle sette perle dell’Arcipelago Toscano: alte catene rocciose, venti impetuosi, colonie di meravigliosi gabbiani reali e scogliere sommerse da acque cristalline. Una importante meta turistica, ma prima di tutto un ambiente naturale protetto e straordinariamente ricco.

> Scheda prodotto

gorgona

Isola di Pianosa 

Andrea Ambrogio

Un susseguirsi di falesie frastagliate con punte, golfi e piccole cale; grotte ricche di giacimenti fossili e importanti siti archeologici. L’avere ospitato in passato un penitenziario di massima sicurezza ha fatto sì che buona parte della natura e del paesaggio di quest’isola rimanesse incontaminata: un autentico laboratorio per lo studio della biodiversità e per l’osservazione naturalistica.

> Scheda prodotto

montecristo

Isola di Capraia 

Lorenzo Dotti

Isola forgiata dal fuoco e modellata dall’acqua: 20 chilometri quadrati di rocce aspre ammantate di natura selvaggia con un piccolo abitato di 250 persone che si sviluppa tra il porticciolo e il paese. Un’isola più vicina alla Corsica che all’Italia, caratteristica che si riflette su una natura che ha pochi paragoni nel nostro Paese, e che lascia sconcertati per la sua ricchezza e varietà.

> Scheda prodotto

Isola d’Elba

Isola d’Elba

Spiagge incontaminate, squarci montuosi e antichi borghi, fauna avicola e incontri naturalistici sorprendenti: un modo nuovo di pensare e osservare un’isola fra le più amate dell’intero Mediterraneo.

Terza isola italiana per estensione e perla turistica e naturale dell’Arcipelago Toscano, l’Elba è caratterizzata da una vasta superficie (223 kmq) prevalentemente montuosa e collinare e una costa frastagliata da splendidi golfi e promontori. La sua varietà naturale e paesaggistica ha fatto sì che questo carnet, a differenza degli altri sei della collana, veda la collaborazione di tre diversi artisti, al lavoro su altrettanti versanti dell’ampio territorio isolano.

Andrea Ambrogio ha disegnato il paesaggio e la natura della fascia centrale che si estende da Portoferraio al Monte Calamita, con la sua natura ricca e diversificata, le sue zone protette, Capoliveri e le vecchie miniere. Federico Gemma si è occupato della parte occidentale, tra il Golfo di Procchio, Marciana Marina, il Monte Capanne e il vastissimo Parco Naturale. Lorenzo Dotti, infine, ha disegnato e descritto la parte orientale, con Bagnaia, Cala Mandriola, la meravigliosa Rio Marina, il Castello del Volterraio e Porto Azzurro.