Le Variazioni Lucy

Le Variazioni Lucy
  • AutoreSara Zarr
  • Collana Giralangolo - Narrativa | Ragazzi
  • ISBN 978-88-5923-833-1
  • Pagine 384
  • Data uscita 22-06-2017
  • Prezzo 15.00€
  • Disponibilità Disponibile

Il pianoforte, le prove, i concerti... la vita della sedicenne Lucy Beck-Moreau è tutta qui, fino a quando, durante un festival musicale a Praga, abbandona il palco prima che la sua esibizione abbia inizio. Pianista prodigio adorata per tutta la sua infanzia, ora è finalmente libera - una liceale qualunque. Il peso delle aspettative famigliari ricade così sull’altrettanto talentuoso fratellino Gus, cui viene assegnato un nuovo insegnante, il brillante concertista Will Devi. Lucy verrà a poco a poco conquistata dal carisma e dall’entusiasmo di Will, fino a comprendere quanto la musica sia una passione cui non vuole rinunciare – non più per appagare le ambizioni della famiglia ma esclusivamente per se stessa.

Un emozionante romanzo di apprendimento ambientato nell’affascinante e spietato mondo della musica classica, un viaggio al termine del quale Lucy ritroverà la passione per quello che, a causa dell’esasperante competitività, era diventato solo studio ossessivo e totalizzante. Quel mondo che tanti giovani strumentisti ben conoscono.

Articoli correlati:

  • Le Variazioni Lucy: quando la musica è una responsabilità

    «Lucy guardò fuori dal finestrino. Solo tu. E la musica. Facile a dirsi per Will» Lucy a 16 anni è già una brillante pianista, enfant prodige che si esibisce per il mondo e incide per etichette prestigiose. Ma durante il Festival di Praga qualcosa si rompe e il pianoforte diventa improvvisamente un nemico. Fino all’arrivo [...]

  • “Le dita sfiorarono i tasti.…”

    Lo sgabello del pianoforte aveva l’aria comoda. Lucy lanciò un’occhiata a suo padre che riposava, la testa ciondoloni, il bicchiere ancora in mano. Will stava studiando alcuni volumi sugli scaffali della libreria, come se cercasse un libro ben preciso. Lucy si lasciò cadere sullo sgabello, le dita sfiorarono i tasti. Erano lisci, vivi. E invitanti. [...]