9 febbraio 2017

“Siamo arrivati?”: in viaggio con due amici speciali

viaggio069

“Siamo arrivati?” chiede continuamente Ranocchio al suo amico Porcospino, che lo accompagna attraverso il mondo a bordo di una spider rossa. E il viaggio continua, alla scoperta della bellezza…

 

 

 

IN VIAGGIO
di Guido Van Genechten

Ranocchio non si era mai allontanato da casa sua, finché l’amico Porcospino non gli propose di partire. “Per andare dove?” chiese lui; “In viaggio”, rispose l’altro dalla sua rossa automobile decappottabile. E da lì, insieme, partirono per un lungo tour del mondo, tra città, montagne, mari e gallerie; fino al ritorno a casa, dove tutto ormai era cambiato… o a cambiare erano stati loro?
Una storia di amicizia e di formazione, due amici speciali che affrontano il mondo con leggerezza e pronti ad ogni scoperta: il libro di Van Genechten, di cui Giralangolo ha già pubblicato Piccolo Canguro, è una metafora perfetta del crescere illustrata con tratto naïf e colorato, in un trionfo di gioia e bellezza.

 

Alcune immagini

In viaggio

 

 


In viaggio

In viaggio

'Sei seduto comodo?’ chiese Porcospino.
Ranocchio fece sì con la testa e si allacciò la cintura. ‘Bene, allora possiamo par re!’

Ranocchio non è mai uscito dal villaggio. Un giorno l’amico Porcospino lo invita a salire sulla sua auto rossa fiammante: si parte insieme per un bel viaggio. Attraversano la campagna, la pianura, le alte montagne - tutto è emozionante: il vento che fischia nelle orecchie, la pioggia che batte sul tetto, il sole, la notte stellata.

Dopo giorni e giorni di viaggio i due amici arrivano al mare, lo attraversano sul traghetto e riprendono a guidare in posti sconosciuti tra nuove genti, assaporando cibi e profumi sconosciuti. Quando rientrano al villaggio, a Ranocchio sembra che sia tutto cambiato, ma la sola cosa cambiata è proprio lui.