24 settembre 2013

Viaggio al centro della terra. LeMilleunaMappa

Schermata-2013-09-18-a-14.11.181-300x201

Viaggio al centro della terra è il nuovo titolo de LeMilleunaMappa: tra scienza e invenzione, il romanzo di Jules Verne è stato precursore della fantascienza e fonte di ispirazione per moltissima letteratura, da Asimov allo steampunk. Il professor Otto Lidenbrock è mosso dal desiderio di sapere e dal brivido della scoperta; rinvenuta una misteriosa pergamena e decifrato il messaggio in codice parte per l’Islanda con un solido bagaglio scientifico, un più corposo bagaglio di attrezzatura, una compagnia di tutto rispetto – il giovane collega Axel e il forzuto Hans – e pochissime informazioni sul luogo in cui andrà: il centro della terra.

La piccola truppa troverà la strada giusta nel cono spento di un vulcano, alla scoperta di quel che la crosta terrestre nasconde: gallerie, mari, animali incredibili e molti, moltissimi pericoli a cui i tre sopravvivranno per miracolo. Laura Filippucci rappresenta con sicurezza il percorso sotterraneo di Lidenbrock, Axel e Hans, i loro perdersi e ritrovarsi e il loro uscire sani e salvi dalle situazioni più incredibili; la mappa è ricchissima di paesaggi, fossili, attrezzi del mestiere e specie vegetali ed animali che pullulano nascosti sotto la buccia del pianeta, dall’Islanda a Stromboli. La forte ambientazione ottocentesca è ben delineata, e regala un fascino speciale al romanzo fantastico di Verne. I testi, curati dallo scrittore Pino Pace, aiutano a districarsi nel groviglio di cunicoli, baie e foreste che i tre eroi attraversano; in più offrono occasioni di gioco, attraverso la crittografia delle rune e l’elenco di arnesi e oggetti indispensabili a un esploratore.

 

La Mappa in anteprima

viaggio 1

viaggio 2


Viaggio al centro della Terra

Viaggio al centro della Terra

"Che viaggio, che meraviglioso viaggio! Entrati in un vulcano eravamo usciti da un altro che si trovava a più di milleduecento leghe da quell'arida terra d'Islanda perduta ai confini del mondo. Dopo le innumerevoli sorprese di quel viaggio un'altra ancora più stupefacente ci era riservata: il cielo azzurro della Sicilia!"