6 novembre 2014

Allacarta: una collana per portare il mondo dentro di sé

650x300

 

Prendi un manipolo di scrittori talentuosi. Chiedi loro di trasformasi in viaggiatori. Chiedi loro di inventarsi gastronomi. Mandali in giro per il mondo.

Al loro ritorno, accoglili, falli accomodare al tuo tavolo. Chiedi di raccontarti le storie che hanno vissuto, i piatti che hanno mangiato, le persone che hanno incontrato.

Così è nata Allacarta, una collana piccola, curiosa e speziata. Che racconta il mondo attraverso le voci personalissime dei migliori narratori italiani. Chiedendo loro di usare, come sempre, occhi, orecchie, mani e sensibilità. Ma sopratutto, innanzitutto, la bocca.

Il cibo è il modo più immediato per conoscere un luogo, una cultura. Il cibo si mangia. Il cibo va dentro il corpo. E poi ci sono gli spazi del cibo, le persone del cibo, i riti del cibo.

Che sono uguali e diversissimi a migliaia di chilometri di distanza.

Un valoroso manipolo di curiosi e golosi rientrato a casa con pagine fitte di testo e macchie d’unto.

Geda Fabio Geda è partito da Torino per raggiungere il Grande Ossimoro: Tokyo. Qui il cibo ha a che fare con lo spirito, con un sapore sconosciuto – l’umami – ed è innovazione continua, che però in filigrana mostra 2000 anni di storia. Il suo libro è Itadakimasu – umilmente ricevo in dono.
Bajani Andrea Bajani ha scoperto che Berlino è un pianeta a sé, in cui si mangiano “cilindri di carne marrone”, si comprano case nel weekend e si diventa artisti in un pomeriggio. Il suo libro è È bellissimo il vostro pianeta.
Cognetti Paolo Cognetti ha lasciato il suo isolamento montano, è andato a New York ed è tornato qua, per raccontare il suo personalissimo, disintegrato Giorno del ringraziamento. Il suo libro è Tutte le mie preghiere guardano verso ovest.
Malvaldi Marco Malvaldi ha caricato moglie e figlio, è andato a Barcellona e s’è mangiato tutto, senza lasciare nulla agli altri, se non le storie che ci ha portato indietro. Per la collana Allacarta ha scritto La famiglia Tortilla.
Enia Davide Enia è andato vicino nello spazio – a Roma – ma lontano, lontano nel tempo, tra fragor di bombe e rappresaglie, per scoprire che la carbonara è stata prima di tutto, soprattutto uno straordinario comfort food. Il suo libro per la nostra collana è Uomini e pecore.

 

Poi altri partiranno. Mangeranno. Torneranno. E ci racconteranno il mondo che si sono portati con sé. Anzi: dentro di sé.


Fabio Geda

Andrea Bajani

Marco Malvaldi

Paolo Cognetti

Davide Enia
 Schermata 2014-04-28 a 11.37.39
Passeggiare lasciandosi rapire da un particolare profumo, apprendere il senso dello shinto da un piatto di soba, degustare molluschi al mercato alle sette di mattina. Tutto questo è Tokyo secondo Geda. Se avete smarrito qualcosa, se cercate qualcuno che non vedete da anni, se la grinta o il buonumore o l’inquietudine vi hanno abbandonato… non temete, racconta Bajani: è tutto qui a Berlino. Per la famiglia Malvaldi, Barcellona è una vecchia amica, di cui si amano allo stesso modo gli antichi fasti e gli exploit dell’ultim’ora. Le note dolci e quelle salate. Quella tra New York e il cibo è la storia di un’ossessione: nella città che non dorme mai, si può mangiare sempre. Paolo Cognetti inizia così il proprio vagabondare tra le strade della Grande Mela. Una dichiarazione d’amore a tre grandi piatti della cucina romana: la carbonara, i carciofi alla giudia e la coda alla vaccinara. Un piccolo spaccato della bellezza di Roma.
 
Schermata 2014-04-28 a 11.37.39
Prezzo: 7,90 euro | Pagine: 144 Prezzo: 7,90 euro | Pagine: 120 Prezzo: 7,90 euro | Pagine: 120 Prezzo: 7,90 euro | Pagine: 120 Prezzo: 7,90 euro | Pagine: 108
ISBN: 978-88-5920-452-7 ISBN: 978-88-5920-449-7 ISBN: 978-88-5920-448-0 ISBN: 978-88-5920-450-3 ISBN: 978-88-5920-451-0

 

 

 

Itadakimasu – Umilmente ricevo in dono

Itadakimasu – Umilmente ricevo in dono
  • AutoreFabio Geda
  • Collana Allacarta | Food
  • ISBN 978-88-5920-452-7
  • Pagine 144
  • Data uscita 06-11-2014
  • Prezzo 7.90€ 6.72€
  • Disponibilità Disponibile

Tokyo nell'immaginario occidentale è un ossimoro. Ipercontemporaneità e ipertradizione, computer e animismo, grattacieli antisismici e tempietti shinto.

In mezzo a questi specchi, il cibo. Che in Giappone ha a che fare con lo spirito, con la bellezza e con un gusto misterioso, l'umami.

Per capire tutto questo c'è bisogno di qualcuno che ti prenda per mano: ci sono una ragazza gentile ed evanescente; un anziano dal sorriso da rana e il signor Otsuka, che naturalmente è un gatto. E va matto per i mochi.

È bellissimo il vostro pianeta

Relazione sopra gli usi e i costumi dei Terrestri a Berlino

È bellissimo il vostro pianeta
  • AutoreAndrea Bajani
  • Collana Allacarta | Food
  • ISBN 978-88-5920-449-7
  • Pagine 120
  • Data uscita 06-11-2014
  • Prezzo 7.90€ 6.72€
  • Disponibilità Disponibile

Berlino non è una città. È un pianeta. Il più distante dalla Galassia, il più remoto.

Un pianeta in cui si mangiano cilindri di carne marrone, si comprano case durante il weekend, si diventa artisti in un pomeriggio e si aspetta l'avvento del nuovo Bezirk

.

Berlino è la soluzione a ogni problema. Lo dicono tutti. Anche quelli che non ci sono mai stati. Perché Berlino è un pianeta bellissimo

.

La famiglia Tortilla

La famiglia Tortilla
  • AutoreMarco Malvaldi
  • Collana Allacarta | Food
  • ISBN 978-88-5920-448-0
  • Pagine 120
  • Data uscita 08-05-2014
  • Prezzo 7.90€ 6.72€
  • Disponibilità Disponibile

Barcellona
È il paradiso
Dell'onnivoro,
Un inno alla gioia
Della Buona tavola.

Una famiglia di buon appetito è pronta a condurvi in una scorribanda gastronomica tra La Rambla e la Boqueria. Lasciatevi guidare. La parola d'ordine è: provare tutto. E godersela, sempre.

"Mettiamolo subito in chiaro: io, i mercati, li detesto. In modo gerarchico, ma li detesto.
Quando ero piccolo, a volte i miei mi portavano al mercato ortofrutticolo; il che significava che il piccolo Malvaldi veniva scortato in un magazzino buio, parcheggiato in un canto pieno di pallets (allora si chiamavano ancora pancali) e dimenticato lì mentre i miei caricavano la macchina di cassette di spinaci, broccoli e patate in quantità sufficiente per un assedio. Non paghi di ciò, invariabilmente nel corso del tragitto mio padre o mia madre trovavano modo di notare qualche camioncino lungo la strada che vendeva mozzarella fresca (nel senso che tre settimane prima era fresca) o scamorza affumicata (dal sapore, presumo utilizzassero i copertoni), e arricchivano ulteriormente il carico di roba ingiovibile. Dopodiché si tornava a casa, giusto in tempo per scoprire che la puntata di Goldrake era appena finita. Io, i mercati, li detesto. Tranne uno." Marco Malvaldi

Tutte le mie preghiere guardano verso ovest

Tutte le mie preghiere guardano verso ovest
  • AutorePaolo Cognetti
  • Collana Allacarta | Food
  • ISBN 978-88-5920-450-3
  • Pagine 120
  • Data uscita 08-05-2014
  • Prezzo 7.90€ 6.72€
  • Disponibilità Disponibile

New York. La città dalle mille luci e dai mille sapori, che alcuni nutre e altri affama.

Questo è il racconto di un allegro smarrirsi, boccone dopo boccone, nella condivisione come nella solitudine, tra cucine che parlano tutte le lingue del mondo.

Alla ricerca del sapore della libertà.

"Io al diner ci vado per l’hamburger e lo voglio così: con pomodoro, lattuga e cipolla, la senape e non il ketchup, doppio strato di monterey jack, un cetriolo in salamoia accanto, contorno di patatine. Le patate mi ricordano di essere nelle strade degli irlandesi; il cetriolo che New York è una città ebraica; il cheddar che qui gli italiani non sono mai riusciti a importare del buon formaggio. E poi la carne, naturalmente: la carne è l’America. Per questo deve grondare sangue. O come dettava il ramponiere Stubb al cuoco del Pequod in Moby Dick: “con una mano tieni il filetto di balena, con l’altra gli mostri un carbone acceso, e fatto questo lo puoi servire”.

La cameriera annuisce e segna sul taccuino. Poi mi lascia ad aspettare il mio hamburger davanti alla finestra: fuori c’è aria di pioggia, una ragazza passa con un cane, e da dove mi trovo adesso – a New York e nella vita – l’est è un ricordo da gettarsi alle spalle, tutte le mie preghiere
guardano verso ovest." Paolo Cognetti

Uomini e pecore

Uomini e pecore
  • AutoreDavide Enia
  • Collana Allacarta | Food
  • ISBN 978-88-5920-451-0
  • Pagine 108
  • Data uscita 08-05-2014
  • Prezzo 7.90€ 6.72€
  • Disponibilità Disponibile

Roma. Capitale affamata, innamorata e viva.

C'è un ragazzo che passa attraverso la guerra e trova l'amore. C'è una credenza chiusa con una forchetta che tiene fuori il nemico.

In mezzo, la grande cucina romana. Perché ogni piatto racconta una storia.

E il cibo salva la vita.

"Resisti, Elsa, resisti.
Che se ne usciamo vivi, ti giuro,
passeggeremo assieme per Roma per tutto
l’autunno.
«Raccontami cosa cucini.»
È un mormorio impercettibile, dalla mia
bocca al suo orecchio.
Non è una richiesta.
Ci sono io, ci sei tu, c’è questa credenza
che ci nasconde e ci sono i nemici che ci
vogliono ammazzare.
Non c’è il tempo.
Ci sei tu e ci sono le tue parole.
La bocca di Elsa si stacca dal mio petto.
Dai, Elsa.
Raccontamelo ora.
È un sussurro.
«La concia.»
Brava Elsa, bravissima.
La nuova azione dei soldati ha inizio.
Hanno sfondato il portone del palazzo.
«Le zucchine si tagliano a cerchi sottili e si mettono ad asciugare dentro un panno per mezza giornata.»
Un gruppo inizia a salire su per le scale.
«Si friggono e si uniscono a una marinata di aceto, aglio e basilico.»
Sono quasi arrivati al nostro pianerottolo.
«Si salano.»
Sono in tre.
«Si lasciano riposare per un giorno intero prima di servirle.»
E la porta di casa viene buttata giù da un calcio."

Davide Enia

I volumi della collana Allacarta vanno gustati leggendo, però il sapore può arrivare anche dall’ascolto della voce degli autori.

E così è nata l’idea di intervistarli. L’occasione è arrivata al Salone Internazionale del Libro di Torino. Al microfono di Luca Iaccarino, Fabio GedaAndrea BajaniPaolo Cognetti, Davide Enia e Marco Malvaldi parlano dei loro libri e della loro esperienza nelle tre città foodie che li hanno ispirati: Roma, New York e Barcellona.

Iniziamo da Fabio Geda, autore di Itadakimasu – Umilmente reco in dono, ci conduce tra le delizie di una Tokyo sospesa tra tradizione e futuro, raccontando il “making of” del libro.

 

 

Continuiamo con Andrea Bajani e il suo È bellissimo il vostro pianeta: Berlino è la città su cui i luoghi comuni abbondano; molti sono falsi, altri – banalmente – veri. Quali?

 

 

Ancora: Paolo Cognetti, autore di Tutte le mie preghiere guardano verso ovest, e col suo racconto di come è stato possibile mordere la Grande Mela da una prospettiva del tutto personale.

 

 

E proseguiamo con Davide Enia, che in Uomini e pecore racconta la storia di tre grandi piatti della cucina romana: carbonara, coda alla vaccinara e carciofi alla giudia. Sullo sfondo, ma in realtà protagonista di primo piano, c’è Roma, la città che inventa l’idea stessa di viaggio, luogo aperto pronto ad accogliere il mondo intero.

 

 

Ed ecco Marco Malvaldi, autore de La famiglia Tortilla: un’intervista intorno al libro e soprattutto sulle esperienze che si possono fare nella ghiotta, poliedrica e sorprendente Barcellona.