Per il mondo con Emilio Salgari

Bambini e ragazzi

Per il mondo con Emilio Salgari

Oceani e deserti, alte montagne e miniere profonde, la giungla, i ghiacci, bagliori notturni e sole accecante. Tutta la meraviglia di un instancabile esploratore della fantasia in un originale, sorprendente atlante illustrato.

 

Quando nel 1883 “Le tigri della Malesia” uscì a puntate sulla Nuova Arena, Emilio Salgari non sapeva ancora che avrebbe girato tutto il mondo. In effetti lo fece seduto alla sua scrivania; verrebbe da dire ‘comodo’, ma i ritmi forsennati di scrittura a cui era costretto dai contratti con gli editori non permettono di usare questo aggettivo. Al celeberrimo ciclo di Sandokan, infatti, si aggiunse presto l’altrettanta fortunata serie del Corsaro Nero, ambientata negli esotici Caraibi; ma la produzione dell’autore veronese è sterminata: oltre duecento tra romanzi e racconti, ambientati ai quattro angoli del globo.
L’Atlante delle Avventure e dei Viaggi per Terra e per Mare racconta il mondo salgariano in un modo mai realizzato prima. Si tratta di un albo illustrato di grande formato, organizzato come gli atlanti geografici classici, con tavole suddivise per continenti e approfondimenti su zone specifiche, ognuna delle quali accompagnata da stralci brevi delle opere di Emilio Salgari che descrivono quella zona: paesaggi, cultura, architetture, costumi, popoli. La scelta dei testi, curata con attenzione e competenza da Anselmo Roveda, attinge dalle descrizioni di panorami sconfinati, ma anche dai passaggi dedicati ad animali iconici come il bufalo o il canguro, come da pedinamenti, sortite, lavori quotidiani, feste, navigazioni: l’equilibrio tra azione e paesaggio è dosato con attenzione, il gusto per la descrizione e il dettaglio è fortissimo. La macchina narrativa e la sterminata fantasia di Salgari emergono con efficacia dalla selezione di Roveda, che in fondo al volume stila anche un ‘manifesto’ del Circolo dei viaggiatori e degli esploratori, per trasmettere al lettore la passione per la scoperta oltre le pagine dell’Atlante.
Le illustrazioni di Marco Paci, colorate e dal tratto d’altri tempi, traspongono visivamente i racconti salgariani con arte e dedizione. Si viaggia su pennellate ampie e tra dettagli minuscoli, in un equilibrio perfetto tra sogno evocativo e presenza al centro dell’azione. Dalla cupa e fitta foresta tropicale malese, alla livida neve siberiana, dallo sfarzo di una corte cinese fino alle assolate pampas argentine, le illustrazioni di Paci si distinguono per classe e personalità, dando all’Atlante delle avventure e dei viaggi per terra e per mare uno stile contemporaneamente moderno e antico: proprio come i romanzi dal fascino senza tempo del capitano Emilio Salgari, grande esploratore della fantasia.

 

"In due ci difenderemo meglio; e poi noi dobbiamo riprendere al più presto il nostro viaggio…"

L'Atlante in mostra a Torino

Inaugurazione mostra Atlante Salgari Torino

 

A pochi giorni dall’uscita dell’Atlante delle avventure e dei viaggi per terra e per mare, progetto a cura di Anselmo Roveda con le illustrazioni di Marco Paci, Giralangolo inaugura in occasione di Leggermente la mostra “Il mondo di Emilio Salgari”, dedicata all’esploratore della fantasia per eccellenza.
Gli originali delle splendide tavole di Marco Paci contenute nell’Atlante, raffiguranti i luoghi raccontati da Salgari nei suoi romanzi, saranno esposti a Villa Amoretti (C.so Orbassano 200, Torino) dal 27 al 30 novembre.

L’inaugurazione è prevista per il 26 novembre alle ore 18. Saranno presenti i due autori con interventi di Pompeo Vagliani (Presidente Fondazione Tancredi di Barolo e MUSLI) e Giorgio Enrico Bena (viaggiatore e curatore dell'antologia "Pagine in Viaggio"; Paci si esibirà inoltre in una sessione di live painting dedicata a Salgari.

La mostra, allestita nel salone centrale della villa al centro di Parco Rignon, offrirà più di trenta tavole di Marco Paci eseguiti con tecniche miste (acquarelli su carta, gouache e pastelli su carta, china su carta e colore digitale), accompagnate dai testi delle opere di Salgari selezionati da Anselmo Roveda e a cui i disegni sono ispirati.